Grecia: Scarcerati i compagni anarchici Christos e Gerasimos Tsakalos (24/07/2019)

Mercoledì 24 luglio sono stati scarcerati i compagni anarchici Christos e Gerasimos Tsakalos, membri della Cospirazione delle Cellule di Fuoco. I compagni sono stati all’inizio condannati a più di 70 anni di carcere, poi ridotti a 20. I compagni si sono appellati alla legge Paraskevopoulos, introdotta dal precedente governo di SYRIZA, e sono stati rilasciati dopo aver scontato 8 anni delle condanne di 20 anni.

Gerasimos Tsakalos era stato arrestato assieme all’amico e compagno Panagiotis Argyros il 1° novembre 2010. Il loro arresto è avvenuto dopo l’invio di un pacco-bomba ad una società di spedizioni a Pangrati [quartiere di Atene, ndt]. Cinque mesi dopo, Christos Tsakalos è stato arrestato in una coordinata operazione antiterrorismo.

Dopo l’arresto, entrambi hanno pienamente rivendicato le loro azioni, proclamandosi “membri orgogliosi della Cospirazione delle Cellule di Fuoco”. Durante la loro detenzione nel carcere di Korydallos, le CCF si sono rivendicate le azioni del Progetto Fenix, inclusa la bomba alla macchina della direttrice del carcere e l’invio di un pacco-bomba all’ex capo dell’unità antiterrorismo, Dimitris Chorianopoulos.

Precedente Grida per Alfredo Successivo Mantenere la Memoria Storica: A Gianfranco Bertoli...